Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 GALLERIA FOTOGRAFICA    
1
2
3
4
5
6
7
8

“Carapace”, la prima scultura al mondo nella quale si vive e si crea un vino
La cantina progettata da Arnaldo Pomodoro per il Sagrantino di Castelbuono è stata inaugurata lo scorso giugno a Montefalco

Ecco il “Carapace”, la cantina progettata, per la Tenuta Castelbuono della famiglia Lunelli, da uno dei grandi dell’arte contemporanea, Arnaldo Pomodoro, nella quale già nasce quel grande vino che è il Montefalco Sagrantino. Il “Carapace” sfida i confini fra scultura e architettura, è la prima scultura al mondo nella quale si vive e si lavora, un’opera unica in cui arte e natura, scultura e vino dialogano sottolineando l’eccezionalità sia del contenente sia del contenuto. Il “Carapace” è l’ultima espressione dell’ambizioso progetto della famiglia Lunelli di ripetere, al di là del Trentino, l’eccellenza raggiunta con le bollicine Ferrari. Affascinati da una terra antica e quasi mistica come l’Umbria e da un vino di potenza e longevità straordinarie quale il Sagrantino, i Lunelli acquisirono la Tenuta Castelbuono, 30 ettari vitati nei comuni di Bevagna e Montefalco, nel 2001. C’era bisogno, però, di una nuova cantina e la famiglia Lunelli, in virtù di una solida e vecchia amicizia con Arnaldo Pomodoro, propose a lui di realizzarla. Il Maestro accettò con entusiasmo e dopo il primo sopralluogo aveva già immaginato il progetto. Racconta Pomodoro “Ho avuto l’idea di una forma che ricorda la tartaruga, simbolo di stabilità e longevità che, con il suo carapace rappresenta l’unione tra terra e cielo”. I lavori, sono iniziati nel 2006, ed è stata inaugurata nel giugno 2012. Il “Carapace” si offre allo sguardo come una grande cupola ricoperta di rame, incisa da crepe che ricordano i solchi della terra che l’abbraccia. Un elemento scultoreo a forma di dardo di colore rosso che si conficca nel terreno sottolinea l’opera nel paesaggio. Entrare nel “Carapace” significa addentrarsi in una scultura di Pomodoro, come avverte subito il suo alfabeto artistico, immediatamente riconoscibile nella volta interna. Una cantina che regala emozioni, com’è successo al suo autore, Arnaldo Pomodoro. Lo ha raccontato lui stesso: “Per la prima volta nella mia vita ho avuto l’emozione di poter camminare, parlare e bere all’interno di una mia opera”.

  Altre Gallery:

Steve McCurry

Montefalco (PG): Il Carapace

L’Architettura del mondo

Campari 2013

Roma: Castel Sant'Angelo

OMAN

Il New Italian Center

I mari del mondo

Lamborghini Urus

FREED. IO AMO L’ITALIA

Museo Casa Enzo Ferrari

Messico

NO AL NUCLEARE

AZERBAIGIAN

Kim Minjung

Il primo spazioporto

Leonardo Live al cinema

GREENPEACE

NASA Dryden Flight Research Center

Tel Aviv

AVANGUARDIE RUSSE

LE NOVE PORTE

Van Gogh e ...

Alluvione in Thailandia

La Roca London Gallery

Tiger eye tour

MNAF

WTE UNESCO 2011

MAGNUM SUL SET

Medici con l'Africa Cuamm

CUBA

Transafricana

Allure of the Seas

NASA - GM

La Persia Qajar 1848-1864

MoMA e Cinecittà LUCE

La città degli Dei

Nippon

Qatar 2022

Global Wind Day 2010

Steve McCurry

Projects for NYC's Waterfront

Il Concerto di Natale ad Assisi

ShContemporary 09

Best of British

Mandalas

Bacon at the Met

Schifano

La Porziuncola clonata

Arup in Beijing

Dubai Next

Jeff Koons

Vanity Fair Portraits

Morgan Life Car

UK Design for Performance

sQuba car

Gustave Courbet

Nigersaurus

Madame Grs at Fit

Red List 2007


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: -- alle :