Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 culture e costumi    NOTIZIE O Line

Capodanno Cinese a Torino

In occasione del Chunjie, il MAO Museo d’Arte Orientale, nella galleria dedicata alla Cina, espone una statuina fittile del segno ciclico del Serpente, emblema dell'anno nuovo nel calendario lunare dell'Asia orientale


In occasione del Chunjie, la Festa di Primavera meglio nota in Occidente come “Capodanno Cinese”, il MAO Museo d’Arte Orientale presenta nella galleria dedicata alla Cina una statuina fittile del segno ciclico del Serpente, emblema dell’anno nuovo nel calendario lunare dell’Asia orientale.

Per l’occasione domenica 10 febbraio alle ore 10 sarà presente in museo la calligrafa cinese Shen Weining che disegnerà l’ideogramma del Serpente durante una performance aperta al pubblico.

L’ideogramma cinese per “serpente”, she 蛇, è composto di due parti: a sinistra il costituente semantico chong 虫, che caratterizza i termini indicanti insetti e rettili; a destra il carattere ta 它, che in origine indicava un movimento strisciante. L’unione dei due termini in un solo ideogramma definisce il serpente come “il rettile che striscia”. Un carattere alternativo per indicare il serpente come segno ciclico è si 巳, in origine un pittogramma simile a chong che sembra richiamare visivamente il serpente che si avvolge su se stesso.

Dopo l’affissione dell’ideogramma disegnato dalla calligrafa, verrà esposta la statuetta raffigurante il Serpente a sostituzione di quella del Drago che ha caratterizzato lo scorso anno del calendario lunare.

La statuetta di epoca Tang (618-907 d.C) si presenta come un essere umano con la testa di un serpente. La figura eretta è di terracotta foggiata a stampo e rivestita di invetriatura sancai (invetriatura piombifera “a tre colori”) fin quasi a toccare i piedi. Porta le vesti eleganti delle dame di corte dell’epoca Tang: lunga gonna svasata, maglia aderente e corpetto, una sciarpa che copre le spalle e scende sulle mani congiunte.

L’opera rappresenta uno dei segni ciclici del calendario cinese, nati nel II millennio a.C. dalla combinazione di due serie di indicatori, i dieci “tronchi celesti” e i dodici “rami terrestri”. All’epoca degli Han Orientali, gli astrologi collegarono i rami terrestri ad una serie di elementi concreti, tra cui gli animali. Ad ogni anno venne così attribuito un animale, secondo un sistema che si ripete ogni dodici anni, tuttora in uso. Essendo quello tradizionale cinese un calendario lunisolare, i mesi iniziano in concomitanza con ogni novilunio; di conseguenza la data d'inizio del primo mese, e dunque del capodanno, può variare di circa 29 giorni, venendo a coincidere con la seconda luna nuova dopo il solstizio d'inverno, evento che può avvenire fra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano. A partire da questa data, le festività durano per quindici giorni, concludendosi con la tradizionale Festa delle Lanterne.

A conclusione della giornata, i Servizi Educativi del MAO propongono alle ore 16 a bambini e adulti un’attività per famiglie nella galleria dedicata alla Cina in occasione del Capodanno Cinese con un occhio al Carnevale.

Weining Shen si avvicina all’arte della calligrafia fin da bambina. All’età di 5 anni incontra un famoso calligrafo amico di sua mamma che, osservando casualmente alcuni schizzi, scopre il suo talento e decide di insegnarle gratuitamente l’antica arte calligrafica. A 7 anni vince il suo primo premio e da quel momento partecipa a numerose competizioni. A 10 anni diventa il più giovane membro dell’Associazione Cinese di Calligrafia. Al liceo incomincia la sua attività di insegnante rivolta sia a bambini che adulti. Attualmente vive a Torino, dove continua ad insegnare.


Domenica 10 febbraio ore 10
Esposizione della statuina del segno ciclico del Serpente e performance della calligrafa cinese Shen Weining
Ore 16 - Attività per famiglie nella Galleria della Cina
MAO Museo d'Arte Orientale
Via San Domenico 11 - Torino
Orario: martedì-domenica ore 10-18
chiuso il lunedì
Ingresso al museo: intero € 10, ridotto € 8
gratuito ragazzi fino ai 18 anni


(09-02-2013 22:51)



 
[ stampa ]    [ archivio ]  [ home ]

La Misura del mondo...in mostra

La mosca di Igor Mukhin alla Laura Bulian Gallery di Milano

Life. I grandi Fotografi all'Auditorium Parco della Musica di Roma

Un contest fotografico internazionale contro la violenza sulle donne

Capodanno Cinese a Torino

Women in Fluxus

Gli scatti di Massimo Allegro nella Casa delle culture del mondo

 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 09-02-2013 alle :